Progetti in evidenza

Tutti i nostri progetti

I narratori che abbiamo formato

Personale scientifico del museo, operatori dei servizi educativi, personale dell’accoglienza

Mediatori museali di origine immigrata

Detenuti

Cittadini italiani di diverse età
(giovani, adulti, anziani)

Le opere e i giorni, Accademia Carrara e CSV di bergamo

Operatori del settore non profit e volontariato

Cittadini di origine immigrata,
di prima e seconda generazione

Minori stranieri non accompagnati

“L’essere presi per mano e condotti attraverso le sale da racconti che sono parte della vita di uomini e donne […] è una via importante per scoprire che il primo bagaglio essenziale per un viaggio dentro al museo non sono tanto le conoscenze disciplinari, ma occhi, mente e cuore aperti.”

Emanuela Daffra, storica dell'arte

“La storia degli oggetti, associata ai racconti del vissuto, quello di ognuno e allo stesso tempo di tutti, trasforma il museo in un luogo intimo. Le visite diventano uno scambio di riflessioni profonde, gli oggetti esposti acquisiscono nuovi significati che entrano a far parte delle nostre vite.”

Rosana Gornati, mediatrice museale

Le istituzioni con cui abbiamo lavorato

Gallerie degli Uffizi, Firenze

Gallerie degli Uffizi, Firenze

Pinacoteca di Brera, Milano

Pinacoteca di Brera, Milano

Accademia Carrara

Fondazione Accademia Carrara, Bergamo

Sistema museale del Chianti e del Valdarno Fiorentino (sedi varie)

GAMeC - Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo

GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma

MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma

Museo Popoli e Culture del Centro Missionario PIME, Milano

Museo Popoli e Culture del Centro Missionario PIME, Milano

Fondazione ISMU - Iniziative e Studi sulla Multietnicità, Milano

Fondazione ISMU – Iniziative e Studi sulla Multietnicità, Milano

Anteas - narrazioni

ANTEAS – Associazione Nazionale tutte le Età Attive per la Solidarietà

CSV - Centro di Servizio per il Volontariato, Bergamo

CSV – Centro di Servizio per il Volontariato, Bergamo

Le nostre pubblicazioni in evidenza

Lascio in eredità me stesso alla terra. Fare memoria tra volontariato e patrimonio culturale
S. Bodo, S. Mascheroni, M. G. Panigada (a cura di), Masso delle Fate, 2021

La pubblicazione è l’approdo di un percorso avviato nell’estate 2020, quando, alla fine della prima drammatica ondata della pandemia di Covid-19, il Centro di Servizio per il Volontariato di Bergamo ha voluto fare una scommessa: individuare il patrimonio culturale come “specchio” per la comunità del volontariato locale, che alla perdita di tante vite umane ha sommato l’impossibilità per numerose associazioni di continuare a svolgere il proprio lavoro. Un percorso per fare memoria di quello che il mondo della solidarietà e della cittadinanza attiva bergamasca ha saputo costruire in tanti anni di attività, e che l’emergenza pandemica stava rischiando di spazzare via.
Quarantasei volontari appartenenti ad altrettante realtà associative e riuniti per ambito di intervento (ambiente, cultura e diritti, disabilità, intercultura, povertà e fragilità, salute e malattia, terza età) intrecciano i propri vissuti a sette luoghi del patrimonio in terra bergamasca.
Un libro che è opera corale, racconto che si fa ponte e nutrimento per la collettività cui è destinato.

Sfoglia il libro
Dipingere a parole. Storie circolari del Chianti e del Valdarno

Dipingere a parole. Storie circolari del Chianti e del Valdarno
A cura di S. Mascheroni, N. Matteuzzi, M. G. Panigada. Masso delle Fate Edizioni, 2019

Dipingere a Parole. Storie circolari del Chianti e del Valdarno restituisce lo sguardo partecipe di sei narratrici che interpretano alcune opere del loro paesaggio culturale, raccontando di sé e del profondo legame con il territorio. Così le opere parlano con la voce di chi le guarda, diventando uno specchio attraverso cui raccontarsi, intrecciando storie secolari e intime memorie preziose. A corredo delle narrazioni, i testi di Silvia Mascheroni e di Maria Grazia Panigada consentono di conoscere il percorso compiuto durante lo svolgersi del progetto, sia nel laboratorio di narrazione, sia nella prova di scrittura. Il contributo di Claudio Rosati sottolinea quanto sia significativo dare voce narrante alle testimonianze del patrimonio, sovente dimenticate o non valorizzate. Emanuela Daffra riflette sul portato innovativo del metodo autobiografico, che ci svela quanto le opere possano diventare componenti importanti della nostra vita; Emanuela Rossi evidenzia quanto la narrazione, come trama e ordito, intrecci episodi biografici ed elementi di storia dell’arte, dando vita a un nuovo racconto.

Sfoglia il libro
Vai al sito della casa editrice

Un patrimonio di storie. La narrazione nei musei, una risorsa per la cittadinanza culturale
A cura di S. Bodo, S. Mascheroni e M. G. Panigada. Mimesis Edizioni, 2016

Un patrimonio di storie nasce dal desiderio delle tre curatrici di fare il punto su uno strumento particolarmente duttile e congeniale alla mediazione del patrimonio culturale, capace di  innescare nuove consapevolezze sul rapporto che ogni individuo può intessere con oggetti apparentemente distanti come quelli conservati in un museo.

Questo volume è stato pensato come uno strumento di lavoro sia per professionisti del museo interessati ad attivare sperimentazioni sul fronte della narrazione, sia nei contesti educativo-didattici e della formazione degli operatori che lavorano con gli adulti in ambiti diversi.

Ma grazie alla voce dei veri protagonisti, i narratori, Patrimonio di storie è anche un grande racconto corale, in grado di affascinare qualunque lettore.

Vai al sito della casa editrice
Altre risorse bibliografiche